Nulla riesce a creare un’atmosfera calda ed elegante come un bel parquet! Questa tipologia di pavimento non solo non passa mai di moda, ma negli ultimi anni ha conosciuto una popolarità ancora maggiore, complici nuovi materiali sempre più pratici e innovativi. E non pensiate di “relegarlo” solo alla zona giorno o alle camere da letto: grazie agli ultimi sviluppi di questo materiale sarà possibile goderselo anche in cucina e persino in bagno! Cerchiamo quindi di conoscere più da vicino questo tipo di pavimento.

Non c’è un solo tipo di parquet

Non esiste un solo tipo di parquet: ci sono infatti pavimenti in legno massello, prefinito e laminato. Non sono differenze di poco conto! Questa è la prima scelta da fare se si decide di posare il parquet, una scelta che influirà sia sulla resa estetica finale sia sul prezzo. Possiamo trovare:

  • parquet in legno massello, di sicuro il più pregiato (e anche il più costoso). In questo caso i listelli sono realizzati interamente con la stessa tipologia di legno, senza prevedere strati di supporto realizzati con legni diversi e meno pregiati. Ci sono però alcune accortezze da rispettare al momento della posa, che deve essere realizzata da personale esperto: i listoni verranno infatti posati tramite incastro, inchiodatura o incollaggio, ma dovrà comunque esserci una fase di levigatura, lucidatura e verniciatura che renderà impossibile camminare sul pavimento per un mese circa;
  • parquet multistrato o prefinito, composto da uno strato superiore in tempo nobile sostenuto da altri strati di legno meno pregiato, ottenuto dalla lavorazione di scarti di lavorazione del legname. La resa estetica è ottima, il costo nettamente inferiore rispetto al parquet in legno massello e sarà possibile calpestarlo subito dopo la posa;
  • parquet laminato, spesso chiamato “finto parquet” perché è composto da una strato di legno sostenuto da un supporto in pvc. È una soluzione economica e rapida, che può essere posata anche su un pavimento piastrellato;
  • parquet industriale: come dice il nome stesso, questo tipo di pavimento è spesso destinato a spazi industriali e commerciali, ma ultimamente sta prendendo sempre più piede anche nelle nostre case. Si tratta di piccole lamelle abbastanza spesse, economiche e resistenti.

I colori del parquet

È incredibile come il colore del parquet possa cambiare l’atmosfera della stanza, rendendola più ariosa e luminosa oppure elegante e raffinata. La gamma di legni usata per realizzare pavimenti in legno è davvero vasta. Ogni essenza ha le sue particolarità, ma per quanto riguarda il colore del parquet possiamo individuare quattro categorie principali:

  • i parquet scuri danno ad ogni ambiente un aspetto elegante e un po’ austero, ma sarebbe meglio posarli in ambienti ampi e luminosi, altrimenti si rischierebbe di creare un’atmosfera eccessivamente cupa. Tra le essenze più usate ci sono il Mutenye nelle sue tante varianti e il Wengé-Panga;
  • i parquet bruni sono molto resistenti e adatti anche agli ambienti dove regna l’umidità, quindi se volete posare il parquet in bagno o in cucina, questi legni potrebbero essere ciò che fa per voi. A questa categoria appartengono, ad esempio, il Teak, l’Iroko e l’Afromosia;
  • i parquet chiari danno un aspetto più spazioso e luminoso anche agli ambienti più piccoli, oltre ad un tocco di eleganza minimalista. Bisogna però considerare che con il tempo potrebbero scurirsi leggermente. Tra i legni più usati ci sono il bamboo, l’acero americano, il faggio e il rovere;
  • i parquet bruni sono senza dubbio i più particolari e, prima di sceglierli, bisognerebbe verificare che si intonino alla perfezione con il resto dell’ambiente.

Alla scoperta di stili e geometrie

Un altro fattore che influisce molto sul risultato finale, per quanto riguarda il nostro pavimento in legno, sono i disegni e le geometrie che lo possono caratterizzare. Per scegliere il motivo più adatto al vostro ambiente potrebbe essere il caso di rivolgersi ad una persona esperta: noi di Interia Living saremmo felici di aiutarvi! Tra le possibile scelte ci sono:

  • a cassero regolare;
  • a cassero irregolare con listoni di diversa lunghezza;
  • a spina ungherese, con i lati corti tagliati con inclinazione da 45° a 60°;
  • a spina di pesce;
  • parquet a mosaico;
  • a intreccio vimini;
  • parquet con fascia e bindello, in cui la parte più esterna ha un disegno diverso rispetto a quella interna.

Come si posa il parquet?

La tecnica di posa del parquet è un altro fattore da prendere in considerazione quando si sceglie questo tipo di pavimento. Le principali sono:

  • inchiodato, una tecnica classica e adatta a tutti i tipi di parquet. I listoni vengono inchiodati o avvitati: il pavimento in questo modo risulta stabile e silenzioso quando viene calpestato;
  • flottante o a incastro, una tecnica che sta prendendo sempre più piede perché non richiede una grande esperienza, non prevede l’uso di sostanze tossiche e assicura buoni risultati per quanto riguarda l’insonorizzazione e l’isolamento tecnico;
  • adesivo: è la tecnica più economica, spesso usata per il parquet lamellare. Un apposito adesivo viene steso sul piano di posa, su cui poi viene appoggiato il parquet.

Attenzione alle certificazioni

Un ultimo aspetto da considerare nella scelta è quello delle certificazioni, che attestano la provenienza del legno, la qualità dei trattamenti a cui è stato sottoposto e la quantità di sostanze contenute al suo interno. Le principali certificazioni sono:

  • FSC® – Forest Steward Council®: attesta che il legno usato proviene da foreste gestite in maniera responsabile ed ecosostenibile;
  • 100% Made in Italy Certificate: garantisce che il parquet sia stato prodotto in Italia, con ricadute positive sulla qualità e sulla sicurezza dei materiali usati;
  • emissione della formaldeide, che certifica che il quantitativo usato di questa sostanza sia a norma di legge;
  • reazione al fuoco, necessaria soprattutto se il parquet è destinato a spazi pubblici.

Tutto quello che c’è da sapere sul parquet dovrebbe ora essere più chiaro: se avete bisogno di consigli o di un supporto tecnico, noi di Interia Living saremo felici di aiutarvi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e raccogliere statistiche. Cliccando "Accept", acconsenti all'uso dei cookie oppure clicca "More Info" per i dettagli sulla privacy.