Arredare una cucina piccola non vuol dire sacrificare stile e praticità: si possono realizzare ambiente funzionali ed esteticamente belli anche con metrature molto limitate. Ovviamente in questi casi la cura di ogni dettaglio è importantissima: ogni centimetro deve essere sfruttato al meglio e nulla può essere lasciato al caso. Se avete bisogno di un aiuto in questa impresa, noi di Interia Living saremo felici di aiutarvi nella progettazione e nella realizzazione della cucina dei vostri sogni.

Il progetto prima di tutto

Partire da un progetto accurato è importante, ma lo diventa ancora di più quando ogni centimetro deve essere ottimizzato al meglio. Bisogna partire con le idee chiare, non solo sullo stile che più ci piace e su ciò a cui non vogliamo o non possiamo rinunciare, ma anche e soprattutto su misure e ingombri. Procedete quindi con un rilievo preciso e dettagliato della vostra cucina, senza dimenticare di annotare angoli, nicchie, porte, finestre e il loro raggio di apertura. Segnate anche la posizione degli attacchi di acqua e gas, dove si trovano gli scarichi, le prese dedicate agli elettrodomestici che richiedono maggiore potenza e i punti luce. Non dimenticate nulla di ciò che può influire sulla disposizione di mobili ed elettrodomestici! Questo compito non è semplice: se dovete arredare la cucina partendo da zero, potreste pensare di delegare questa parte ad un professionista del settore.

Parola d’ordine: ottimizzare gli spazi

La vostra cucina dovrà concentrare estetica, funzionalità e tecnologia in pochi metri quadrati, quindi ogni centimetro avrà la sua importanza. Con spazi così limitati è difficile pensare ad una cucina ad isola o ad una cucina a penisola. La soluzione migliore è quasi sempre una cucina lineare che si sviluppi lungo un’unica parete. Per organizzare meglio gli spazi, cercate di suddividere il vostro ambiente in tre aree in base alla loro funzione: una dedicata alla preparazione dei cibi, una alla loro cottura e una al lavaggio. In questo modo vi sarà chiaro che la lavastoviglie dovrà essere vicino al lavello e il piano cottura vicino allo spazio di lavoro. Se volete arredare una cucina piccolissima potete pensare anche ad un progetto su misura e a elementi a scomparsa. Cosa ne pensate, ad esempio, di un piano di lavoro che rientra nel mobile quando non viene utilizzato?

Gli indispensabili

Nell’arredare una cucina piccola bisogna tenere presente che a qualcosa, per forza di cose, bisognerà rinunciare. Ci sono però alcuni elementi irrinunciabili in qualsiasi cucina, sia tra i mobili che tra gli elettrodomestici. Non possono mancare, ad esempio, un piano di lavoro il più ampio possibile in relazione allo spazio a disposizione, una cassettiera per le posate e un cassetto o un mobile in cui riporre pentole e stoviglie. E tra gli elettrodomestici? È impensabile rinunciare al frigorifero, ma se avete problemi di spazio potete puntare su un modello molto compatto, magari ad incasso per ottimizzare ancora meglio gli spazi. Se proprio dovete sacrificare qualcosa, potreste decidere di rinunciare alla lavastoviglie. Tenete però conto che esistono anche modelli molto, molto compatti.

Cucina piccola? Sfruttate lo spazio in altezza

Avete mai considerato di sfruttare lo spazio in altezza? Per arredare una cucina piccola è necessario! Potete quindi prevedere dei pensili alti in cui riporre ciò che usate di meno, ma alternandoli a mensole e scaffali in cui tenere in bella vista alcuni oggetti utili. In questo modo eviterete un effetto troppo opprimente.

Arredare una cucina piccola: l’importanza di luce e colore

Quando si parla di arredo e ristrutturazione non bisogna mai trascurare l’importanza della luce e dei colori che, soprattutto nel caso di ambienti piccoli, possono allargare visivamente i nostri spazi. Al di là dei gusti personali, è meglio scegliere colori chiari che tendono a rendere l’ambiente più ampio e arioso, senza però farsi mancare qualche tocco di colore. Grande attenzione deve essere prestata anche all’illuminazione. Sfruttate il più possibile la luce naturale che avete a disposizione. Disponete poi in aggiunta punti luce posizionati in maniera strategica nei punti in cui ce n’è maggiore bisogno, come ad esempio le zone di lavoro o il tavolo dove consumate i vostri pasti. Tenete conto che lampadine e led si possono inserire anche all’interno di mobili e complementi per un risultato più funzionale e anche più elegante.

Avete deciso come arredare la vostra cucina piccola? Se avete qualche dubbio noi di Interia Living saremo felici di aiutarvi a risolverlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e raccogliere statistiche. Cliccando "Accept", acconsenti all'uso dei cookie oppure clicca "More Info" per i dettagli sulla privacy.