Ci sono alcuni arredi della nostra casa che dovrebbero essere particolarmente resistenti all’acqua, Pensiamo ad esempio alla cucina, che viene spesso a contatto con questo elemento, o il bagno! È quindi facile capire che la scelta dei materiali per questi ambienti non può essere fatta a cuor leggero. Scegliere il miglior materiale possibile, infatti, assicurerà un arredo resistente all’acqua e duraturo nel tempo. Tra i migliori materiali a disposizione c’è il multistrato marino okumè, che rientra tra le scelte di Interia Living per realizzare arredi di qualità.

Le tipologie di legno maggiormente resistenti all’acqua

Ci sono alcune tipologie di legno che, per le loro caratteristiche specifiche, risultano naturalmente più resistenti all’acqua. Tra queste possiamo trovare:

  • le conifere per il loro alto contenuto di resina;
  • la latifoglie, come ad esempio tutti i moganoidi, per la presenza di alte percentuali di silice nelle fibre. Il legno di mogano, in particolare, è molto resistente all’acqua, compatto e ha una buona capacità di far penetrare le vernici, garantendo così maggiore protezione al legno stesso;
  • il multistrato marino okumè, detto anche mogano africano, molto resistente all’acqua e con un buon rapporto qualità/prezzo. Non è un caso che venga utilizzato anche nell’arredo navale!

Cos’è il multistrato marino e quali sono le sue caratteristiche

Il multistrato marino è un materiale rigido, leggero e molto resistente all’umidità. La sua struttura è caratterizzata da strati di piallacci nobili, che rendono questo multistrato stabile e uniforme. I legni più utilizzato sono l’okumè e i mogani africani come il teak, il sapele e il sipo. Tutte queste tipologie hanno un aspetto piacevole; l’okumè, in particolare, ha un coloro rosato, è molto leggero ed è tra i più semplici da lavorare.

Per essere classificato come marino, un compensato deve avere alcune caratteristiche:

  • il legno deve possedere una durabilità naturale;
  • deve avere alta resistenza alle carie fungine;
    deve possedere una buona qualità di incollaggio, in modo da sopportare umidità e condizioni climatiche negative.

I principali utilizzi del compensato marino

Il multistrato marino, proprio per le sue caratteristiche uniche e la sua resistenza all’umidità, è molto usato in ambito nautico. Viene infatti utilizzato per gli arredamenti delle imbarcazioni, che in questo modo risultano duraturi e a prova di deterioramento. Ma queste stesse caratteristiche ne fanno un materiale perfetto anche per l’uso domestico. Non è raro, infatti, trovarlo in bagni e cucine, ambienti dove gli arredi vengono spesso a contatto con acqua e umidità provocate dalla cottura dei cibi, dal lavaggio delle stoviglie o dall’uso di doccia e vasca da bagno. Anche in questo caso resistenza al trascorrere del tempo e al deterioramento sono garantiti!

Non è tutto: la gradevolezza estetica del multistrato marino okumè lo rendono adatto anche per il rivestimento di porte da esterno e da interno, anche blindate, che risulteranno non solo belle, ma anche particolarmente resistenti.
Ed è proprio la sua resistenza a rendere questo materiale adatto anche per alcuni impieghi nel settore edile, per applicazioni interne ed esterne agli edifici. Viene infatti usato per componenti strutturali o sistemi divisori, ma anche per elementi come, ad esempio, le tettoie esterne. Senza dimenticare, infine, che il multistrato marino trova ampie possibilità di impiego anche nelle saune o per gli arredi per le Spa!

Se siete ancora indecisi sui materiali da utilizzare per i vostri arredi, noi di Interia Living possiamo darvi qualche consiglio e seguirvi nel vostro percorso, dalla progettazione alla realizzazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e raccogliere statistiche. Cliccando "Accept", acconsenti all'uso dei cookie oppure clicca "More Info" per i dettagli sulla privacy.